“Sicurezza stradale” e “protezione ambientale” sono due tra i principali obiettivi perseguiti dai provvedimenti che le massime Istituzioni mondiali pongono.

Lo sviluppo delle tecnologie fornisce oggi autoveicoli e motoveicoli sempre più sicuri e meno inquinanti, tuttavia i proprietari dovrebbero garantire il mantenimento di tali condizioni attraverso gli interventi di manutenzione programmata e/o straordinaria.

Ricordiamo infine che L’art. 79, comma 1, del Codice della Strada(link => INFORMAZIONI> INFORMAZIONI-REVISIONI- Art-79-NCdS)  stabilisce che “I veicoli a motore ed i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento entro i limiti di cui al comma 2”.

La revisione periodica obbligatoria dei veicoli, disciplinata dall’art. 80 del Nuovo Codice della Strada, Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285 (link => INFORMAZIONI> INFORMAZIONI-REVISIONI- Art-80-NCdS), è lo strumento con il quale il Ministero dei Trasporti effettua il controllo della persistenza delle condizioni dettate nell’art. 79 del CdS.

Revisione ogni quanto

La periodicità per la disposizione della revisione varia in funzione del tipo di veicolo e/o dal tipo di utilizzo, Art. 80 del NCdS, comma 3 e comma 4

PERIODICITÀ REVISIONE TIPO VEICOLO
Prima revisione

entro quattro anni dalla data di prima immatricolazione

Art. 80 NCdS, comma 3

–      autovetture

–      autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t

–      autoveicoli per trasporto promiscuo

–      motoveicoli

–      ciclomotori

–      rimorchi di massa complessiva NON SUPERIORE a 3,5 t (dal 2018) [ http://www.mit.gov.it/come-fare-per/patenti-mezzi-e-abilitazioni/mezzi-stradali/calendario-revisione-rimorchi-sotto-3500t ]

Revisioni successive

ogni due anni

Revisioni Annuale

la revisione deve essere disposta annualmente

Art. 80 NCdS, comma 4

–      veicoli destinati al trasporto di persone con numero di posti superiore a nove compreso quello del conducente

–      autoveicoli destinati ai trasporti di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t

–      rimorchi di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t

–      taxi

–      veicoli adibiti a noleggio con conducente  (NCC)

–      autoambulanze

–      autobus

–      veicoli atipici  (link……..)

Revisione quando va fatta

Ferma restando la periodicità elencata sopra (ogni 4/2 anni o annuale) la revisione deve essere effettuata entro l’ultimo giorno del mese corrispondente al mese:

– della data di prima immatricolazione, in caso di veicolo nuovo;

– della data della precedente revisione.

IMPORTANTE NOVITÀ,da fine maggio 2018 sul tagliandodi revisione, che viene apposto sulla carta di circolazione al termine della prova, compare anche la data di prossima scadenzaespressa in termini di mese/anno (05/2020).

Revisione  dove farla

Dove fare la REVISIONE TIPO VEICOLO
OFFICINE AUTORIZZATE –      autovetture

–      autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t

–      autoveicoli per trasporto promiscuo motoveicoli

–      ciclomotori

–      taxi

–      veicoli adibiti a noleggio con conducente  (NCC)

–      autoambulanze

–      autobus (fino a 16 persone incluso il guidatore)

UFFICI

DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE

 

–      TUTTI

 

Revisione  costo

Da diversi anni è stato unificato il costo della Revisione Auto (link => INFORMAZIONI> INFORMAZIONI-REVISIONI- Revisione Auto) e della Revisione Moto (link => INFORMAZIONI> INFORMAZIONI-REVISIONI- Revisione Moto).

Di seguito riportiamo la tabella dei costi:

Sede della REVISIONE COSTO
OFFICINE AUTORIZZATE –      Tariffa revisione               45,00€

–      IVA 22%                             9,90€

–      Contributo per M.C.T.C.   10,20€

–      Spese postali                      1,78€

                                  _______

                TOTALE     66,88€

UFFICI

DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE

–      45,00€  da pagarsi mediante bollettino postale su

        c/c 9001

 

Revisione  documentazione necessaria

  • Carta di Circolazione inOriginale
  • Domanda di Revisione
    • Officine Autorizzate: stampata su carta intestata della struttura e recante i dati relativi al veicolo e all’officina stessa;
    • Uffici Provinciali del Dipartimento Trasporti Terrestri: modello TT2100
  • Attestazione di pagamento su c/c postale 9001 SOLO ED ESCLUSIVAMENTE in caso di Uffici Provinciali del Dipartimento Trasporti Terrestri

 

  • Titolo autorizzativo oLicenza per i veicoli che ne sono dotati
    • Licenza comunaleèTaxi e NCC
    • Autorizzazione in Conto Terzi o Licenza in Conto Proprio èVeicolo per Trasporto Merci
    • Autorizzazione in Conto Terzi o Licenza in Conto Proprio + Attestato ATP èVeicolo per Trasporto Derrate Deperibili ATP
  • Certificato ATP èveicoli adibiti per trasporto a temperatura controllata
  • Certificati ADR èveicoli adibiti per trasporto di sostanze pericolose
  • Attestazione avvenuta revisione annuale del cronotachigrafo ADR èveicoli con massa a pieno carico superiore a 3,5t
  • Conferma annuale del titolo autorizzativorilasciata dall’Amministrazione Provincialeè Autobus adibiti al Servizio Pubblico di Linea
  • Attestato di permanenza dei requisiti all’immatricolazionerilasciato dall’U.P. che ha rilasciato il titolo autorizzativoèAutobus Immatricolati per Uso Proprio